CityVox

CONSIGLI ECO-BIO!!!!

Posted on: 24/03/2012

Ultimamente ho avuto modo di provare diverse tipologie di cosmetici cosiddetti eco-bio, scoprendo che si può fare veramente a meno di spalmarsi prodotti pieni di siliconi, petrolatum e schifezze varie e magari anche costosissimi.

I cosmetici eco–bio sono prodotti naturali, non dannosi per l’ambiente, la cui componente vegetale deriva da coltivazioni biologiche certificate o da raccolta spontanea; non testati su animali (cruelty free) sia per quanto riguarda le materie prime che per quanto concerne il prodotto finito.

Vi riporto i prodotti che maggiormente mi hanno colpito e che dunque consiglio. Premetto che prima di parlarne li ho provati per almeno 30 giorni in maniera continuativa e che queste sono le mie personali opinioni!

I PASTELLI di Neve Cosmetics. Da sempre uno dei marchi leader del trucco minerale in Italia, Neve Cosmetics propone delle vere e proprie biomatite dal packaging molto carino che ricorda un po’ le matite che si usavano un tempo a scuola. Io ho provato solo brown e taupe, quindi delle tonalità marroni, ma ci sono varie colorazioni. Ideali per chi ha l’occhio delicato e sensibile, queste matite per occhi, sono molto morbide e scriventi, anche se le consiglio più da usare per sfumature o come base per ombretti. Infatti a mio avviso non hanno una lunga tenuta per quanto riguarda dei tratti decisi o nella rima dell’occhio, proprio perché tendono a creare quel cosiddetto effetto antiestetico quale è l’occhio da panda! I Pastelli, come gli altri prodotti Neve, sono privi di parabeni, petrolati e siliconi e sono cruelty-free. Inoltre sono vegan poiché contengono tutte sostanze vegetali quali cere vegetali, olio di mandorle, olio di sesamo e vitamina E che assicurano protezione e nutrimento alla pelle. http://www.nevecosmetics.it/

 

ANTI-AGING FACIAL SERUM di Bioearth: trattamento intensivo rigenerante per il viso, antirughe e idratante a base di acido jaluronico puro al 100% (non diluito), bisabololo e succo d’aloe. Può essere usato su tutti i tipi di pelle senza limiti di età. Io lo uso prima della crema idratante, in particolare sulle zone secche del viso e dove ci sono le rughette. Si assorbe subito, non unge per nulla la pelle e lascia il viso levigato. Se usato costantemente attenua le rughe. http://www.bioearth.it/

CREMA CONTORNO OCCHI INTENSIVA – FACES MY AGE con thé bianco ed olio di karanja di Lavera. Solitamente tendo a preferire contorni occhi in gel, perché si assorbono facilmente, non ungono e “rinfrescano” l’occhio, quindi questo prodotto mi ha piacevolmente sorpresa perché ho ritrovato tutto questo. Infatti, la crema contorno occhi intensiva Lavera Faces My Age, assicura fin dalle prime applicazioni idratazione alla pelle delicata del contorno occhi, lasciandola visibilmente liscia. Il prodotto è reso particolarmente efficace dall’azione tonificante della caffeina bio, in combinazione con l’olio di jojoba e mandorle bio. Inoltre le sostanze alla base del contorno occhi quali il thé bianco biologico (da commercio equo), assicurano protezione dai radicali liberi, mentre l’ olio di karanja, protegge naturalmente la pelle dai raggi UV contribuendo a prevenire la comparsa di macchie; completano la formulazione: coenzima Q10, acido ialuronico, estratto di Cova Btrox, aloe vera bio, nutriceramidi, fitocollagene, sepilift ed estratti di bambù bio. Io lo applico al mattino prima del trucco! http://www.lavera.com/

FLUIDO IDRATANTE MENTA – YOUNG FACES per pelle grassa ed impura di Lavera. Questa crema è un trattamento purificante ad azione igienizzante, per pelli miste e grasse. L’acido jaluronico e la vitamina E proteggono e idratano la pelle, mentre lo zinco lattato dà alla pelle un aspetto mat; inoltre il fluido di Lavera è totalmente privo di conservanti, profumi e coloranti sintetici, derivati del petrolio, nonché dermatologicamente testato su volontari, non su animali. Il risultato è una pelle perfettamente opacizzata, fresca, uniforme. Unica pecca è la quantita: solo 30 ml, ma compensa il fatto che basta pochissimo prodotto. Ottima base trucco. http://www.lavera.com/

BALSAMO LABBRA ARGAN de I Provenzali. Il prodotto è composto da materie prime biologiche certificate, in primis Puro Olio di Argan e Burro di Karitè. Totalmente vegan, al primo impatto risulta granuloso e di difficile stesura, ma dopo qualche applicazione diviene morbido, lasciando le labbra idratate a lungo oltre che protette. Penso che la reale efficacia di un balsamo labbra o burrocacao stia proprio nell’idratazione a lungo termine. Infatti molti prodotti labbra pieni di paraffina e simili, danno un iniziale effetto di morbidezza, ma dopo pochi minuti rendono le labbra più secche di prima…cosa che non succede con questo prodotto. Consigliato! http://www.iprovenzali.it/

OLI ESSENZIALI puri al 100% limone bio e arancio dolce bio di Flora. Non esagero quando dico che questi oli essenziali sono meravigliosi, addirittura possono essere usati anche come aromi per alimenti, oltre che aggiunti a cosmetici o diffusori. Sia l’olio essenziale di limone che di arancio dolce, sono ottenuti per pressione a freddo dalle bucce di limoni e arance, provenienti da coltivazioni biologiche controllate. http://www.florapisa.it/

Annunci

1 Response to "CONSIGLI ECO-BIO!!!!"

Davvero interessante e utile! Brava, in genere nemmeno gli addetti ai lavori come dermatologi , allergologi e estetisti ne sanno molto.
Aspettiamo altre notizie in proposito!

Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

CityVox BS

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

CITAZIONI & AFORISMI

‎Salivo per un sentiero di montagna e riflettevo. Se si usa la ragione il carattere s’inasprisce, se si immergono i remi nel sentimento si è travolti. Se s’impone il proprio volere ci si sente a disagio. È comunque difficile vivere nel mondo degli uomini. Quando il malessere di abitarvi s’aggrava, si desidera traslocare in un luogo in cui la vita sia più facile. Quando s’intuisce che abitare è arduo, ovunque ci si trasferisca, inizia la poesia, nasce la pittura. Non è stato un Dio, e neppure un Demone, a creare il mondo degli uomini. Ma solamente degli esseri umani, proprio come i nostri indaffarati vicini di casa, i nostri dirimpettai. Vivere in questo mondo creato da semplici uomini può essere sgradevole, ma dove emigrare? Dovremmo avventurarci in un luogo non umano, ammesso esista. Ma un tale luogo sarebbe ancora più inabitabile del mondo umano. Poiché è difficile vivere in un mondo da cui non si può evadere, si deve tentare di renderlo più accogliente così da poterci abitare meglio, sia pure per il breve tempo concesso all’effimera vita umana - (Guanciale d’erba di Natsume Soseki)

CONSIGLI DI LETTURA

testo

Nel 1943 il capitano James Gould, del Field Security Service, il servizio di spionaggio britannico, arriva a Napoli a bordo di un grosso camion. Conosce un po' di italiano, avendo trascorso diverse settimane a seguire gli insegnamenti di un conte toscano dall'aria funerea che gli ha fatto leggere Dante ad alta voce. Per l'intelligence britannica può dunque egregiamente svolgere il suo compito di "ufficiale dei matrimoni", di soldato, cioè, incaricato di verificare che le "fidanzate" dei suoi commilitoni desiderose di trasformarsi in "mogli" siano "idonee" e di "buon carattere", vale a dire che non siano prostitute. Gould è un giovanissimo capitano di scarsa esperienza nel commercio col mondo. Ha appena ricevuto una lettera in cui Jane, la sua fidanzata, l'ha piantato per un aviatore polacco in grado di darle, ha osato dire, quello che le mancava. Inesperto e, tuttavia, deciso a onorare la sua missione, il capitano si ritrova catapultato nella Napoli del '43. Un giorno il capitano viene raggiunto dalla telefonata di un suo pari italiano che gli annuncia che dalle parti di Boscotrecase, un paese situato nella campagna attorno alla città, è stato avvistato un carro armato tedesco. James Gould accorre per imbattersi nella più strabiliante delle scoperte: il carro armato è guidato da un'affascinante giovane donna dai lunghi capelli neri, intenzionata a trasformarlo nel trattore che le è stato trafugato dalle truppe d'occupazione...

OPERA D’ARTE IN CORSO DI AMMIRAZIONE

"Egli mi pose a giacere su questa roccia, mi dice di guardarti da mattina a sera e dirti sempre: sii felice. Felice."

LA FANCIULLA SULLA ROCCIA A SORRENTO - Filippo Palizzi, 1871, olio su tela, cm 55x80, Fondazione Balzan Badia Polesine (Ro) - Sul bordo dello scoglio vi è una scritta: Egli, che mi pose a giacere su questa roccia, mi dice di guardarti da mattina a sera e dirti sempre: sii felice. Felice.

Categorie

NOTA BENE

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato periodicamente, né è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.
È vietata la riproduzione anche parziale di articoli e foto senza la MIA autorizzazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: