CityVox

Archive for febbraio 2010

Il mio destino è quello di fare di voi una vittima; perché esistono leggi dell’invisibile, oltre che del visibile, che obbligano una creatura come me a interpretare il proprio ruolo nel grande affresco dell’esistenza. Io sono un vampiro: il sostentamento per una figura come la mia deve essere tratto dal sangue vitale altrui.

Arriverà in libreria il 25 marzo, grazie alla Gargoyle Books, la saga di “Varney il Vampiro”, un classico del romanzo gotico, che nell’Inghilterra di metà Ottocento, consacrava la figura del nobile succhia-sangue come icona della nascente stampa popolare.
Dal 1847 al 1849, circa, infatti, le inquietanti avventure di Sir Francis Varney, pallido non-morto a metà tra il byroniano vampiro di John William Polidori e il futuro conte dei Carpazi di Bram Stoker , vengono pubblicate a dispense settimanali in Inghilterra, raggiungendo la ragguardevole meta di 220 capitoli.
Trattasi di storie “notturne” e “soprannaturali”, caratterizzate da azione, erotismo e avventura, che all’epoca ebbero un’enorme successo e diffusione, lette da migliaia di persone delle classi sociali più diverse, ottemperando, così, anche a un’ampia funzione di acculturazione. Un fascino che ancora oggi resiste al tempo, grazie all’incredibile modernità seriale della trama che anticipa temi come il contagio di massa e le società segrete.
Gargoyle Book, che come sempre propone opere nuove, importanti e a volte dimenticate… proponendole o riproponendole, con un “style” editoriale proprio, pubblicherà il feuilleton attraverso tre volumi diversi:

– 25 marzo 2010: il primo, intitolato Il banchetto di sangue;
– da luglio: il secondo, intitolato L’inafferrabile;
– da novembre: il terzo, intitolato All’Ombra del Vesuvio.

Annunci

Torna alla sua 17ª edizione, il “TrenoBlu” e i “Treni dei sapori” per scoprire la Lombardia fuoriporta tra natura, arte e feste enogastronomiche, comodamente seduti in treno, viaggiando lungo la linea turistica Bergamo – Palazzolo sull’Oglio – Paratico Sarnico. Il programma 2010, al via il prossimo 7 marzo fino a dicembre, prevede numerose iniziative, molte delle quali comprensive di escursioni in battello sul lago d’Iseo e pranzo tipico, in ristorante o a bordo, con anche la possibilità di trasporto biciclette.

CALENDARIO 2010

Per ulteriori informazioni:
www.ferrovieturistiche.it
FBS – Ferrovia del Basso Sebino
Tel. 030 7402851 – 338 8577210 Sig. Cinquini Silvio
e-mail:
trenoblu@ferrovieturistiche.it

Foto: ferrovieturistiche.it

Ormai voglio vedere dove si sta andando a parare e pubblico altri due indizi di questo “giallo pubblicitario”…

Intanto, navigando sul web, ho trovato un libro nuovo di zecca, la cui uscita è prevista per marzo… intitolato: “Lullaby. La ninna nanna della morte” di Barbara Baraldi, editore Castelvecchi di cui pubblico la cover (purtroppo in bassa risoluzione) e la trama… Che il mistero sia svelato?

Una ragazzina fragile, un aspirante scrittore, un uomo alle prese con un’inquietante crisi personale e una madre soffocante. Tutti insieme, avvinti dall’orrore, si ritroveranno uniti da una catena di omicidi apparentemente inspiegabili e decisamente efferati. Sulla via della salvezza, soltanto una traccia di sangue che danza al ritmo di una ninna nanna mortale. Una musica ossessiva e un pugno di domande spaventose: cosa spinge una giovane studentessa a sprofondare in continue crisi di autolesionismo? È possibile uccidere nel nome della dea Ispirazione? Quale segreto è nascosto nel passato di quella che sembra una famiglia modello? Lullaby è una struggente melodia da cui non è possibile liberarsi, un incubo a occhi aperti, la macabra visione di un assassino prigioniero del suo stesso rituale. Un labirinto di possibilità letali orchestrato dalla mente dell’autrice più rappresentativa del nuovo romanzo gotico italiano.

Si ispira al mondo di “Alice nel Paese delle Meraviglie”, in una chiave molto romantica, la nuova collezione di gioielli Le Chou Chou: tazzine da tè con pasticcini, finemente modellati, centrini, merletti e pizzi, piccoli cucchiaini, caratterizzano originali fermaglini per capelli, bracciali ed anelli; scintillanti swarovski, perle e ceramica impreziosiscono invece i bracciali “Bianconiglio”, il tutto con il classico stile piccolo, prezioso ed elegante che caratterizza le creazioni del marchio Le Chou Chou.

Per tutte le informazioni: http://chouchoubijoux.blogspot.com

Foto: Le Chou Chou

Bazzicando su alcuni siti, ho trovato molti articoli relativi all’immagine che pubblico, che mi ha particolarmente incuriosita. Devo dire che è molto inquietante (lo stesso titolo Lullaby, Ninna Nanna, paradossalmente mi angoscia…) e allo stesso tempo intrigante, tipica di quel tipo di pubblicità che amo molto, definita “guerriglia marketing”. Cercando nel web non ho trovato risposte, anzi il mistero è totale…. Un libro? Un film? Un disco?Un games?

Si parla sempre di più di riciclo (e per fortuna!), ma mai prima d’ora di riciclare anche le borse.
Questo è ciò che propone Carpisa, noto marchio napoletano di pelletteria, che dal 6 al 27 marzo, permetterà a tutti coloro che hanno borse, di qualunque marca e materiale, di qualsiasi tempo e moda, di poterle riciclare, consegnadole presso uno degli oltre 500 punti vendita, presenti sul territorio nazionale. In cambio si riceverà una bellissima EcoShopper.
Il progetto definito “Green Revolution”, investe anche la collezione Primavera – Estate 2010, per la quale è prevista una linea di borse realizzate con materiali riciclati.

Torna alla sua quarta edizione, il Concorso Letterario “L’immagine parla”, indetto dall’Associazione Culturale “Il Maestrale”, con il Patrocinio della Regione Lombardia, dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Brescia, dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Palazzolo sull’Oglio e del Sistema Bibliotecario Ovest Bresciano.
I racconti inediti quest’anno, avranno come incipit una magnifica e particolare fotografia: “Specchio compiacente” di Rossano Zanardi, vincitore del concorso fotografico, “Un ‘immagine che…parla” (seconda edizione – anno 2009),che come consuetudine precede quello letterario.
La novità, sarà l’età degli scrittori partecipanti. Infatti sono previste due sezioni: una per partecipanti di età compresa fra i 13 e i 15 anni e l’altra, per partecipanti di età fra i 16 e i 19 anni. Il concorso (che non prevede alcuna quota d’iscrizione) vuole sollecitare la curiosità e la voglia di scrivere dei ragazzi; cercare luoghi e momenti di incontro con il loro mondo interiore; offrire loro occasioni per ripensarsi, distinguersi, esprimersi attraverso la narrazione, soprattutto ora, nell’era della velocità, dove appare un lusso recuperare il tempo della scrittura.  Per ogni Sezione, sarà prescelto un vincitore al quale verrà assegnato in premio un netbook.  La Giuria segnalerà altre 5 opere, fra tutti i racconti pervenuti, per ciascuna delle Sezioni previste. I racconti premiati e quelli segnalati, saranno raccolti e pubblicati on-line. La premiazione si terrà con cerimonia pubblica a Palazzolo sull’Oglio, il giorno 15 maggio 2010.

Scarica il regolamento
Scarica la scheda d’iscrizione

www.ilmaestrale.eu

Domenica 14 febbraio, dalle 10.00 alle 17.00, in Piazza della Repubblica, un cartiglio lungo 200 metri, il più lungo del mondo, sarà a disposizione di tutti i visitatori che vorranno imprimervi il loro amore. Alle 17.30 il cartiglio sarà letteralmente srotolato lungo Corso Vannucci fino alla splendida Piazza IV Novembre per mostrare tutto il romanticismo di cui gli innamorati sono capaci. E per rendere ancora più vera la magia del Bacio Perugina, ne saranno distribuiti migliaia a tutti i golosi presenti per l’occasione.

Un evento unico, un modo dolcissimo per parlare d’amore nel giorno di San Valentino, che vuole essere anche un omaggio a Perugia, dove il Bacio è nato nel 1922 grazie alla creatività di Luisa Spagnoli che ne inventò la ricetta e di Giovanni Buitoni, che lo trasformò da “cazzotto” -come si chiamava in un primo tempo per la sua forma irregolare, molto simile ad un pugno chiuso- in un più romantico “Bacio”.

Negli anni ’30 Federico Seneca concretizzò l’idea del cartiglio, la velina trasparente che tuttora avvolge il cioccolatino e nella quale sono riportate le più belle frasi d’amore della storia e che, da allora, è divenuta un vero e proprio oggetto da collezione, uno strumento semplice ma efficace per esprimere i propri sentimenti.

Che cosa c’è dunque di più romantico per festeggiare San Valentino di un appassionato week end a Perugia con tanto di dedica sul cartiglio Baci Perugina più lungo del mondo?

Il maxi cartiglio di San Valentino resterà esposto al Museo Storico della Perugina, presso l’attuale stabilimento umbro dell’azienda, dove sarà possibile ammirarlo insieme alle altre numerose testimonianze del ruolo svolto da Perugina nella storia del cioccolato in Italia.

Fonte. Uff. Stampa Sedicieventi


CityVox BS

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

CITAZIONI & AFORISMI

‎Salivo per un sentiero di montagna e riflettevo. Se si usa la ragione il carattere s’inasprisce, se si immergono i remi nel sentimento si è travolti. Se s’impone il proprio volere ci si sente a disagio. È comunque difficile vivere nel mondo degli uomini. Quando il malessere di abitarvi s’aggrava, si desidera traslocare in un luogo in cui la vita sia più facile. Quando s’intuisce che abitare è arduo, ovunque ci si trasferisca, inizia la poesia, nasce la pittura. Non è stato un Dio, e neppure un Demone, a creare il mondo degli uomini. Ma solamente degli esseri umani, proprio come i nostri indaffarati vicini di casa, i nostri dirimpettai. Vivere in questo mondo creato da semplici uomini può essere sgradevole, ma dove emigrare? Dovremmo avventurarci in un luogo non umano, ammesso esista. Ma un tale luogo sarebbe ancora più inabitabile del mondo umano. Poiché è difficile vivere in un mondo da cui non si può evadere, si deve tentare di renderlo più accogliente così da poterci abitare meglio, sia pure per il breve tempo concesso all’effimera vita umana - (Guanciale d’erba di Natsume Soseki)

CONSIGLI DI LETTURA

testo

Nel 1943 il capitano James Gould, del Field Security Service, il servizio di spionaggio britannico, arriva a Napoli a bordo di un grosso camion. Conosce un po' di italiano, avendo trascorso diverse settimane a seguire gli insegnamenti di un conte toscano dall'aria funerea che gli ha fatto leggere Dante ad alta voce. Per l'intelligence britannica può dunque egregiamente svolgere il suo compito di "ufficiale dei matrimoni", di soldato, cioè, incaricato di verificare che le "fidanzate" dei suoi commilitoni desiderose di trasformarsi in "mogli" siano "idonee" e di "buon carattere", vale a dire che non siano prostitute. Gould è un giovanissimo capitano di scarsa esperienza nel commercio col mondo. Ha appena ricevuto una lettera in cui Jane, la sua fidanzata, l'ha piantato per un aviatore polacco in grado di darle, ha osato dire, quello che le mancava. Inesperto e, tuttavia, deciso a onorare la sua missione, il capitano si ritrova catapultato nella Napoli del '43. Un giorno il capitano viene raggiunto dalla telefonata di un suo pari italiano che gli annuncia che dalle parti di Boscotrecase, un paese situato nella campagna attorno alla città, è stato avvistato un carro armato tedesco. James Gould accorre per imbattersi nella più strabiliante delle scoperte: il carro armato è guidato da un'affascinante giovane donna dai lunghi capelli neri, intenzionata a trasformarlo nel trattore che le è stato trafugato dalle truppe d'occupazione...

OPERA D’ARTE IN CORSO DI AMMIRAZIONE

"Egli mi pose a giacere su questa roccia, mi dice di guardarti da mattina a sera e dirti sempre: sii felice. Felice."

LA FANCIULLA SULLA ROCCIA A SORRENTO - Filippo Palizzi, 1871, olio su tela, cm 55x80, Fondazione Balzan Badia Polesine (Ro) - Sul bordo dello scoglio vi è una scritta: Egli, che mi pose a giacere su questa roccia, mi dice di guardarti da mattina a sera e dirti sempre: sii felice. Felice.

Categorie

NOTA BENE

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato periodicamente, né è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.
È vietata la riproduzione anche parziale di articoli e foto senza la MIA autorizzazione.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: